Francesco Fusco - Candidato alle Provinciali del 6 e 7 Giugno con Cirielli Presidente

La politica dei fatti ha bisogno di voi!

La politica dei fatti ha bisogno di voi!

Ho creato questo sito web per avere un contatto con tutti gli elettori, e in special modo per discutere dei problemi della costa d’Amalfi!

Quindi forza con i commenti!

7 Commenti in “La politica dei fatti ha bisogno di voi!”

  1. 6 maggio, 2009 22:18

    vincenzo dice:

    Caro Francesco, parto facendoti i miei migliori auguri. Poche persone come te, serie, sincere e con un profondo senzo del lavoro, potrebbero davvero cambiare le cose.
    Avrai il mio pieno appoggio alle provinciali: io e tutta la mia famiglia siamo con te, come spero tanta altra gente non solo di Positano.
    Ciò che ti chiedo, visto il mio lavoro di autista, (ma non solo per questo) è di migliorare quanto è più possibile le condizioni di viabilità del tratto costiero. Questo è un problema serio di primaria importanza per tutti i centri della costa, per i nostri visitatori, per i nostri figli che si spostano continuamente per la scuola, per gli operatori turistici e non che sono soffocati dal traffico. Bisogna trovare una soluzione, e noi contiamo su di te!
    Che questa politica sia veramente dei fatti!
    Vincenzo.

  2. 11 maggio, 2009 06:38

    Fede Giò e Tommy dice:

    Papà ci vogliono più spazi per noi bambini, una piscina senza che dobbiamo andare a Sorrento, un cinema per i ragazzi, ma soprattutto che non ti dimentichi di noi.

  3. 12 maggio, 2009 06:48

    Una Mamma dice:

    Caro Francesco, conosco la tua serietà, per questo motivo faccio fatica a vederti impegnato in politica che considero qualcosa non proprio “pulito”. Comunque ti faccio i miei migliori auguri, proprio perchè conosco come la pensi so che quando dici una cosa la fai. Sono fiduciosa anche perchè hai tre bambini e c’è bisogno di costruire qualcosa per il loro presente ed il loro futuro. Spesso vedo i miei ragazzi un pò più grandi dei tuoi sfiduciati, disillusi sia perchè oggi scarseggia il lavoro sia perchè per studiare bisogna sobbarcarsi spesso dei veri “viaggi della speranza” con strade chiuse, mezzi di trasporto inadeguati ed insufficienti. Anche per divertirsi, sono costretti ad andare fuori con tutti i rischi che conosciamo. Credo che dovresti dare a loro uno spazio dove i ragazzi possano esprimere il loro pensiero liberamente e soprattutto ascoltare la loro voce.
    Una Mamma

  4. 12 maggio, 2009 19:37

    Gaetano detto Nino dice:

    carissimo Francesco,
    è con grande gioia che ho saputo della Tua candidatura alle prossime elezioni Provinciali nel Tuo Collegio. La tenacia che dimostri in tutte le cose che fai, accompagnata dalla Tua grinta benevola, porteranno una persona valida nell’agone politico del nostro Consiglio Provinciale.
    Purtroppo non potrò votarTi personalmente in quanto non appartengo al tuo collegio, ma ti sosterrò il più possibile affinchè tu possa conquistare un posto in provincia che sicuramente gioverà a tutta la Costiera.

    FORZA FRANCESCO AD MAJORA

    Nino

  5. 13 maggio, 2009 07:51

    massimo capodanno dice:

    Caro Francesco, il tuo slogan promette bene. Sai bene che a Positano sono come un ” neonato “. Incomincio adesso a conoscere i suoi abitanti e i loro problemi. Per Quanto riguarda le elezioni credo fermamente che a prescindere i colori politici si debba fare un suffragio a chi si stima. Ma questo è un’altra storia… Cosa suggeriresti ?… Qualcosa per i giovani - Un centro dove possano socializzare senza andare girando con i motorini fino nei paesi vicini - Un luogo con un cinema-teatro. Una piscina come ho appena letto da un tuo amico- E’ essenziale Francesco - Svariate mamme mi hanno segnalato ultimamente questo problema che mi ero promesso di approfondire e farne un Posts nel mio Blog. A Positano si DEVE FARE QUALCOSA PER I GIOVANI. Un altro argomento i parcheggi. Senza strisce varie, bianche , blu e gialle ma a pagamento per tutti. Pieno per i visitatori speciale e politico per i residenti.
    Ti auguro un buon lavoro…Pensa anKe ai giovani, che si sentono abbandonati, sono le loro mamme a lamentarsi, raccogli questa richiesta di aiuto, falla tua e aiutale: è un segnale alla quale non si può fare a meno di rispondere….ciao, mx

  6. 14 maggio, 2009 10:48

    Angelica D'Urso dice:

    Caro Francesco, è inutile che mi dilunghi sulla tua bontà d’animo e sulla tua cortesia, visto che ci conosciamo da tempo e abbiamo condiviso tante battaglie.
    Ma ora c’è bisogno di un cambiamento, cambiamento vero a cominciare dai nostri amministratori provinciali che non sono riusciti a dare alla nostra costiera l’importanza che merita, nè tantomeno a risolvere i problemi strettamente legati al territorio.
    Ogni anno con l’arrivo della stagione turistica ci assalgono annosi problemi…problemi che in primis riguardano la viabilità:
    abbiamo bisogno di parcheggi tali da poter ospitare i tanti turisti che ogni anno si riversano nei paesi della costiera;
    abbiamo bisogno di un piano di viabilità serio per evitare gli ingorghi che ogni estate creano seri problemi a chi si sposta sulla SS163,e sopratutto ai mezzi di soccorso che tante volte rimangono bloccati dietro giganteschi bus turistici del tutto inadatti a percorrere le nostre strade;
    abbiamo bisogno di un potenziamento serio delle vie del mare:non centinaia di persone che sbarcano senza limiti ma di orari e tariffe che possano agevolare anche i pendolari.
    Questo è davvero il momento di pensare in grande: piscine,parcheggi,parchi giochi, aree convegni…questo chiede la gente,questi sono progetti difficili ma che devono assolutamente partire altrimenti rimarremo veramente indietro e non solo per quanto riguarda la promozione turistica ma sopratutto per qualità di vita delle persone che abitano questa terra 12 mesi all’anno.

  7. 15 maggio, 2009 17:27

    Luciano Amato dice:

    La tua serietà ed onestà sono sicuramente una garanzia per tutti gli elettori. Il mio cruccio è di non far parte del tuo collegio ma farò presente la tua candidatura agli amici della costiera.

    con stima e affetto,

    Luciano Amato

Scrivi un Commento